Le Brumaie editore: i libri che emozionano i bambini

648 648 Stancamente Mamma

Le favole non dicono ai bambini che i draghi esistono. Perché i bambini lo sanno già. Le favole dicono ai bambini che possono essere sconfitti“. GK.Chesteron

Mamma, leggiamo qualcosa? Le mie giornate nella maggior parte dei casi iniziano e si concludono con questa richiesta e con molti libri. La nostra biblioteca è ben fornita, ma ci sono periodi in cui il mio bambino mi chiede di rileggere sempre gli stessi titoli, che in molti casi conosce praticamente a memoria. Come se ad ogni lettura trovasse qualcosa di nuovo, la sua mente apprezzasse dettagli che prima aveva trascurato e ogni approfondimento avesse un nuovo sapore, quello della scoperta.

Già a partire dalle epoche lontane le fiabe rappresentano un enorme patrimonio per l’infanzia, che va ben oltre un semplice momento di svago e di intrattenimento. Le storie sono uno strumento educativo molto efficace e si rivelano molto utili al bambino per affrontare paure, situazioni mai vissute, sentimenti contrastanti, con la possibilità di rielaborarli in seguito. Nelle pagine dei libri il bambino scopre insieme ai protagonisti nuove modalità di fronteggiare i pericoli identificandosi nei protagonisti dei racconti,  vive l’ambivalenza di alcune situazioni e sentimenti, rendendosi conto che attivando le giuste risorse ogni situazione può essere affrontata e risolta.

Identificandosi con i personaggi narrati inoltre, il bambino si rende conto che la realtà attorno a lui spesso è diversa da come l’aveva immaginata, probabilmente più complessa e ogni personaggio ed evento contribuiscono a creare un racconto con un senso, con un messaggio ben preciso. L’identificazione inoltre, rende più facile guardare al nuovo con fiducia: se anche i suoi personaggi preferiti riescono a fronteggiare pericoli e ostacoli apparentemente insormontabili, anche lui, quando gli capiterà di essere in difficoltà,  saprà certamente come cavarsela.

Le Brumaie editore: vicino al cuore dei bambini

Il bello delle fiabe e dei libri in generale non è solo il fatto che siano indiscutibili strumenti per la crescita, ma che le tematiche sappiano adattarsi ai tempi ed evolvano raccontando sempre meglio i bambini di oggi alle prese con le sfide della nostra epoca mediante racconti che sviluppino storie e dinamiche capaci di entrare nel cuore dei più piccoli, fornendo valide chiavi interpretative della realtà.

Casa Editrice Le Brumaie

Dal libro “Nei panni di Giulia”

 

Lo scrittore Frank Westerman sostiene che le storie siano in grado di allenare i muscoli dell’empatia umana e molto probabilmente, prima si iniziano ad allenare e meglio è.

Proprio per questo, cercando sempre nuove idee per il mio bambino, quando mi sono imbattuta nella casa editrice torinese Le Brumaie sono rimasta piacevolmente colpita dalle tematiche proposte e dopo aver sfogliato “Nei panni di Giulia” l’ho regalato a mio figlio e condivido con piacere questa scoperta.

Giulia come ogni bambino che si rispetti richiede attenzione, fatica ad aspettare. Ha entusiasmo e fretta di raccontare le sue novità e si aspetta che chi le vuole bene sia sempre a lì per lei. Il libro insegna con esempi pratici e molto frequenti (voler giocare quando la nonna è stanca, parlare con il papà quando è impegnato con il lavoro) che essere disponibili non equivale sempre ad essere “a disposizione” e che talvolta è necessario aspettare, appunto “mettendosi nei panni degli altri”. Allora la nonna che si addormenta sul divano perché è stanca, il papà che non ascolta perché è momentaneamente impegnato in una telefonata di lavoro assumono tutto un altro significato e Giulia, iniziando a capire come ci si sente nei panni altrui, per la prima volta osserva la realtà da una nuova prospettiva, smette di sentirsi non compresa e non ascoltata e cresce anche imparando a capire le situazioni, a guardare oltre le proprie esigenze.

E poi ancora, come ci si sente ad essere un bambino a cui piace giocare con le bambole e una bambina che ama aggiustare tutto con gli attrezzi? Come non essere a disagio quando non si rientra nei classici “stereotipi di genere” e gli altri bambini ti prendono in giro? Non lasciandosi intimorire e cercando un dialogo con chi è simile a te, con chi ha coraggio di essere fedele a se stesso, nonostante tutto.

Libri che raccontano la vita quotidiana con le sue gioie e le delusioni, offrendo spunti di riflessione, chiavi di lettura interessanti e soluzioni realistiche e positive ai problemi, Le Brumaie Editore non è una casa editrice a pagamento. Crede nel lavoro dei talenti italiani e studia testi, formati, vesti grafiche e rilegatura unici, che si distaccano dalle mode del momento con l’obiettivo di trasmettere ai lettori messaggi positivi, armoniosi, fantasiosi, attraverso la pubblicazione di piccoli universi illustrati . Ogni libro porta con sé un contenuto didattico, una sua morale e personaggi positivi. Perché è importante che le storie siano ricordate per quello che lasciano e per le sensazioni che trasmettono. Tutti abbiamo bisogno di storie: racconti che ci aiutino ad interpretare la realtà, che ci invitino a guardare il mondo da nuove prospettive e perché no,  di libri che facciano sognare i più piccoli con mille avventure e noi adulti, rivedendo nei loro occhi lo scintillio della magia dell’infanzia.

 

Se vuoi unirti al nostro gruppo privato “Stancamente Mamma / La stanza segreta”… CLICCA QUI[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.